Pubblicato da: Patrizia Barzaghi | 5 ottobre 2019

Le arpe raccontano … Cripta San Pietro in Sala Milano 28 settembre 2019

Le arpe raccontano
28 settembre 2019

Ensemble di arpe celtiche e voci nella cripta di San Pietro in Sala – Milano

Venticinquesimo appuntamento milanese organizzato per Il Cerchio delle Fate da Felix Company, associazione culturale  che opera nel capoluogo lombardo dal 1996, offrendo una notevole varietà di proposte musicali.

La nostra collaborazione con Felix Company, iniziata nel 2013, ci ha portato in luoghi come la sagrestia artistica di Santa Maria del Carmine, il teatro Wagner, il teatro Barrios, il chiostro di santa Maria del Carmine e successivamente anche la Chiesa del Carmine e il giardino del Circolo Volta, senza contare i numerosi concerti presso la Cripta di San Pietro in Sala, il luogo in cui siamo tornati più volte.

Patrizia Borromeo e Il Cerchio delle Fate a Milano – Cripta di San Pietro in Sala

Venticinque è solo un numero come un altro, ma  è pur sempre un traguardo simbolico, segno di un cammino condiviso e di un filo che lega tutto, anche mondi apparentemente lontani, ma profondamente intrecciati!

Anche questa bella sera di settembre ha visto un notevole successo di pubblico presso la Cripta di San Pietro in Sala, perché -come avevamo promesso- la cripta non delude mai!
Quindi continuate a seguire il filo ….ci saranno ancora molte belle sorprese…

Un attimo rubato prima del concerto: il venticinquesimo con Felix Company


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: