Pubblicato da: Patrizia Barzaghi | 13 febbraio 2021

Una ballata inglese : Scarborough Fair

Fiumi di parole sono stati spesi per questa famosa ballata inglese.

Famosa e amata da tutti: uno di quei brani che durante i concerti, appena accennate le prime note della melodia, fa mormorare il pubblico… e subito qualcuno canticchia il tema familiare e irresistibile insieme a noi, ed ecco che si crea un legame.

Ma cosa sappiamo di questa ballata?

La città di Scarborough era un insediamento vichingo, risalente ad oltre mille anni fa, in Inghilterra, vicino a York, sul Mare del Nord: per secoli ha ospitato una Fiera, molto vivace nel Medio Evo, che durava 45 giorni, da metà agosto a fine settembre, e con tutto il suo contorno di divertimenti, cibo, giochi e musica attirava commercianti e gente comune da tutta l’Inghilterra.

Il ritornello è famosissimo, ma enigmatico: “parsely sage rosemary and thyme” = prezzemolo salvia rosmarino e timo!
Erbe aromatiche dal potere curativo e simbolico: note nel Medio Evo per essere strettamente associate con la morte e utilizzate come amuleti contro il malocchio, oppure, come antidoto contro i dispiaceri della vita.
E’ un messaggio nascosto? Una ricetta magica?

Il testo delle strofe è un dialogo d’amore …. un po’ oscuro: “Mi ami davvero? Dimostralo: prova a cucire una camicia senza ago nè filo, prendi dell’acqua da quel pozzo asciutto, trova un acro di terra tra la risacca del mare e la sabbia, mieti il raccolto con una falce di cuoio…” (imprese assurde e impossibili, ostacoli da superare,  per dimostrare di essere all’altezza: eco di antichi rituali di corteggiamento)

E poi il labirinto di riferimenti storici e musicali è vastissimo: nella raccolta di Ballate pubblicata da Francis James Child, (English and Scottish Popular Ballads, 1882) troviamo una ballata scozzese intitolata ” The Elfin Knight “ che comparve per la prima volta nel 1673 e ha testo e melodia sovrapponibili a Scarborough Fair. Qui il ritornello è un semplice “ba ba ba lili ba”, e non ci sono riferimenti alla “Fiera di Scarborough” (entreranno pochi decenni più tardi nelle infinite varianti che viaggeranno per l’Europa!), ma non ci sono dubbi: The Elfin Knight, Il Cavaliere Elfo, è il brano che ha dato origine a numerose versioni di cui la più nota, appunto, Scarborough Fair.

Ogni frase del testo nasconde un codice comunicativo, che anticamente veniva compreso: per esempio chiedere a una ragazza di cucire una camicia equivaleva a chiederle di accettare il corteggiamento! Oggi la maggior parte di quelle frasi non ha alcun significato per noi…

Ma in effetti, che si tratti di un cavaliere elfo, o del demonio in persona, di uno sfortunato corteggiatore, di una ripicca tra amanti, o di un messaggio d’amore affidato ad un viaggiatore…questo brano tocca le corde più intime e ci risuona dentro, come spesso succede con la musica tradizionale che arriva dritta dritta al cuore.

Ecco il testo in inglese:

Scarborough Fair

Are you going to Scarborough Fair?
Parsley, sage, rosemary and thyme
Remember me to one who lives there:
she once was a true love of mine

Tell her to make me a cambric shirt
Parsley, sage, rosemary, and thyme
Without no seams nor needle work
Then she’ll be a true love of mine

Tell her to find me an acre of land
Parsley, sage, rosemary and thyme
Between the salt water and the sea strands
Then she’ll be a true love of mine

Tell her to reap it with a sickle of leather
Parsley, sage, rosemary, and thyme
And gather it all in a bunch of heather
Then she’ll be a true love of mine

🎶🎶

Ed ecco la traduzione in italiano:

La Fiera di Scarborough

Stai andando alla Fiera di Scarborough?
prezzemolo, salvia, rosmarino e timo
Parla di me a una persona che vive lì:
un tempo era la mia amata.

Dille di farmi una camicia di cotone
prezzemolo, salvia, rosmarino e timo
senza cuciture e senza usare l’ago,
allora sì, lei sarà il mio vero amore.

Dille di trovarmi un acro di terra
prezzemolo, salvia, rosmarino e timo
tra le onde del mare e la sabbia
allora sì, lei sarà il mio vero amore.

Dille di mietere il raccolto con una falce di cuoio
prezzemolo, salvia, rosmarino e timo
e raccogliere tutto insieme a un mazzo di erica
allora sì, lei sarà il mio vero amore.

🎶🎶

Tra le innumerevoli versioni che troverete in rete

vi invito ad ascoltare la versione in lingua berbera

del cantante algerino Idir, recentemente scomparso;

una contaminazione affascinante a confermare ancora una volta che

la musica è un linguaggio universale e non conosce confini!

 

 

Trovate invece la nostra versione strumentale nel nostro primo  CD “Sýrma,  fra terra e cielo” e per la versione cantata … vi aspettiamo ai nostri concerti!

…………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

Per approfondimenti:

http://ontanomagico.altervista.org/captain-wedderburn.html

http://www.justanothertune.com/html/cambricshirt.html

https://www.musicaememoria.com/scarborough_fair_significato.htm

http://www.scarborough-fair.de.vu/scarborough_eng.htm

https://it.wikipedia.org/wiki/Scarborough_Fair_(fiera)

 

Pubblicato da: Patrizia Barzaghi | 24 dicembre 2020

Buone feste

Al termine di questo 2020 che avevamo tutti immaginato molto diverso … non ci sono parole.

Lasciamo parlare la musica.

A presto!

 

 

Pubblicato da: Patrizia Barzaghi | 19 novembre 2020

Prossimi appuntamenti ?

Con pazienza e fiducia, ci prepariamo ai prossimi appuntamenti, che prima o poi arriveranno : promesso!

Coltiviamo la musica, ma anche l’amicizia e la passione che hanno mosso ogni nostro passo, dal primissimo concerto a Varedo fino al più recente nel santuario di Meda lo scorso 8 ottobre 2020.

Meda 8 ottobre 2020

E teniamo ancora stretto tra le dita quel filo che ci ha uniti a tutti voi, in attesa di porgervelo di nuovo appena sarà possibile.

Voi continuate a seguirci e presto ci incontreremo!

A proposito: i nostri CD possono viaggiare, uscire dal comune e anche dalla regione e arrivare ovunque!

Natale si sta avvicinando

e la musica è un dono molto apprezzato….

😊 🎶

Potete scegliere e ordinare online: confezioneremo un pacchettino artistico personalizzato e spediremo in tutta Italia!

la copertina del CD Sýrma – fra terra e cielo

 

la copertina di Fir – radici nella musica

 

 

copertina del CD Don Oíche – quella notte…

 

Pubblicato da: Patrizia Barzaghi | 27 ottobre 2020

Premio Meda, Santuario Santo Crocifisso – 8 ottobre 2020

Il dott. Walter Giudici ha ricevuto il Premio Meda direttamente dalle mani del sindaco, Luca Santambrogio, e l’applauso caloroso che lo ha accompagnato ha idealmente salutato tutti i medici Medesi, ma in generale tutti i medici ed il personale sanitario.

Una serata organizzata dalla Proloco di Meda in una cornice storica e artistica di notevole bellezza:

il Santuario del S. Crocifisso di Meda (MB)

Il tutto accompagnato dalla musica delle nostre cinque arpe e la voce di Giovanni.

Patrizia Borromeo e Il Cerchio delle Fate a Meda (MB)

Mascherine, distanziamento, posti limitati, prenotazione obbligatoria, niente post-concerto in qualche locale simpatico, tutte cose a cui ci stiamo abituando, in attesa che siano presto un lontano ricordo.

Patrizia Borromeo e Il Cerchio delle Fate a Meda (MB)

Patrizia Borromeo e Il Cerchio delle Fate a Meda (MB)

..

La nostra musica ci tiene vicini e ci fa guardare avanti.

Le arpe del Cerchio delle Fate nel Santuario di Meda (MB) 8 ottobre 2020

Grazie a Eugenio Boga e Valeria Meni della Proloco di Meda, organizzatori della serata, per averci nuovamente invitato a portare la nostra musica in una così importante occasione per la città di Meda.

A presto!

Musica d’arpa fra terra e cielo
Le mille sfumature dell’arpa celtica

Il gruppo al completo per questo secondo appuntamento nelle suggestiva chiesetta di Viale Lucania:

dopo le alterne vicende legate all’emergenza sanitaria,

sabato sera per la prima volta ci siamo ritrovati tutti.


Cinque arpe celtiche e una voce maschile.

E voilà!

Le mille sfumature dell’arpa celtica

hanno potuto risuonare nella volta affrescata di questo luogo affascinante

Le sfumature di un repertorio vario e a tratti insolito;

le sfumature di cinque diverse sonorità nelle vibrazioni di cinque diverse arpe,

ognuna con una propria voce e personalità ben riconoscibile;

Le cinque arpe celtiche del Cerchio delle Fate

  e poi la provenienza dei brani: dall’Europa del nord al mediterraneo;

e i diversi contesti : dal pub irlandese al castello medievale, dalle prigioni scozzesi alle stanze dei palazzi rinascimentali,

dalle allegre danze popolari bretoni alla malinconica solitudine delle ballate sefardite.

Quanta ricchezza nella musica d’arpa!

E in tutte queste sfumature un unico desiderio:

elevarsi dalla terra verso il cielo.

Ensemble di arpe celtiche e voci : Chiesa di S. Vittore e 40 Martiri, Milano

 

Un ringraziamento anche a Felice Latronico di Felix Company che riesce sempre a scoprire queste preziose gemme nascoste di Milano e valorizzarle creando eventi; grazie a Marco Caccialupi, che con la sua professionalità e sensibilità sa vestire di luce questi luoghi, e guidare il nostro sguardo a scoprirne la bellezza.

E a tutti voi che ci seguite, come sempre :  un caro abbraccio e … a presto!
Pubblicato da: Patrizia Barzaghi | 30 settembre 2020

Premio Meda, Santuario Santo Crocifisso, 8 ottobre 2020

 

Questa volta vi aspettiamo a Meda (MB)

in occasione di un evento molto significativo per questo 2020

che ci ha segnati tutti profondamente.

Accompagneremo, con la nostra musica, il conferimento di un premio

ad un medico:

il dott. Walter Giudici riceverà questo riconoscimento

in rappresentanza dei medici Medesi

e idealmente in rappresentanza di tutti i medici ed il personale sanitario.

 

 

La serata, organizzata dalla Proloco di Meda,

si svolgerà nel bellissimo Santuario del Santo crocifisso,

nel cuore storico di Meda.

Santuario del Santo Crocifisso Meda (MB)

Ore 21:00
L’ingresso è libero, ma è necessario prenotare.

Vi aspettiamo.

 

Santuario Santo Crocifisso,

Piazza Vittorio Veneto, Meda (MB)

 

Pubblicato da: Patrizia Borromeo | 28 settembre 2020

Musica Medicinalis a Baveno (VB) 25 settembre 2020

Insieme per Gilda 

Questa volta la parola ‘insieme” esprime ancora di più un concetto di unione.

Unire le forze.

Fondazione comunitaria del  VCO e Associazione La bottega sulle nuvole di Gilda

non perdono di vista l’impegno, la passione e la forza di Gilda Giacomini,

grande appassionata di cucito, tanto da ispirare il suo compagno, dopo la sua scomparsa,

a fondare un’associazione che esprimesse attraverso la diffusione di questa arte, questo suo amore.

Unire le forze.

Due gruppi musicali,

Sagegreen e Il Cerchio delle Fate

lavorano insieme per costruire un repertorio che ha come filo conduttore la cura: 

la cura che la musica può dare anche nei momenti più difficili.

“Musica medicinalis” : la musica che cura.

Oggi, a causa del difficile periodo di emergenza sanitaria legata al Covid

ed al conseguente distanziamento sociale,

questo titolo assume un significato molto più profondo

e crea un fil rouge impalpabile fra la sofferenza generale ed il desiderio di normalità.

 

Lasciarsi cullare nell’ascolto di una dolce melodia che evoca i suoni della natura o in un brano vocale che esprime speranza, sentirsi partecipi di una comunità in ascolto, ecco!! la forza, la cura, l’unione…

Il concerto, che ha avuto un buon riscontro di pubblico, è stato organizzato in onore di Gilda e per raccogliere fondi a favore della Fondazione IRCCS Istituto nazionale dei tumori di Milano.

Grazie a tutti! 

Sagegreen e il Cerchio delle Fate

Musica d’arpa fra terra e cielo

Le mille sfumature dell’arpa celtica

 

Chiesa San Vittore e Quaranta Martiri

Viale Lucania 18, Milano

sabato 26 settembre 2020

0re 21:00

 

 

Chiesa di San Vittore e Quaranta Martiri – Milano

Potrete rivivere l’atmosfera della chiesetta di Viale Lucania in questo nuovo appuntamento con il nostro ensemble di arpe celtiche e voci: questa volta esploreremo le mille sfumature dell’arpa celtica con un programma variegato e pieno di piccole sorprese!

Vi aspettiamo…

 

E’ necessario prenotare.

L’ evento è organizzato dall’associazione culturale Felix Company .

Ingresso 15 euro : biglietti disponibili presso
informazioni e prenotazioni :  393 94 61 215
……………………………………………………………………………………………………………………
Come raggiungerci :
La Chiesa San Vittore e Quaranta Martiri si trova in Viale Lucania 18 a Milano
E’  vicina a Piazzale Corvetto.
MM3 (linea gialla – Corvetto)
Bus 77 , 84,  93 o 95

 

 

 

Pubblicato da: Patrizia Barzaghi | 16 settembre 2020

Musica Medicinalis – Baveno (VA) 25 settembre 2020

 

Venerdì 25 settembre 2020

Una nuova occasione di incontro e una piacevole collaborazione coi Sagegreen

ci riportano a Baveno dove abbiamo suonato lo scorso anno.

Affronteremo insieme un “viaggio nelle musiche che curano”:

guidati dalla sapienza popolare

ripercorriamo un flusso di musiche, brani e storie di piante medicinali,

cure, balsami e unguenti, danze sacre e rituali,

ma anche tradizioni di come scacciare il male antico

e tornare alla vita e alla luce.

 

Obbligatoria la prenotazione
da effettuarsi contattando l’Ufficio Turistico di Baveno:
Tel. 0323 924632 / WhatsApp 345 7936361 / Mail info@bavenoturismo.it

 

Vi aspettiamo alle ore 21:00

Chiesa Santi Gervaso e Protaso, Baveno (VB)

nella chiesa dei Santi Gervaso e Protaso
Piazza della chiesa 8, Baveno (VB)
Baveno si trova sul Lago Maggiore tra Stresa e Gravellona Toce.

Ingresso a offerta libera.
Le donazioni raccolte saranno interamente devolute

all’Istituto Nazionale dei tumori di Milano,

tramite il Fondo La bottega sulle nuvole di Gilda

costituito presso Fondazione Comunitaria del VCO.

Come promesso, la “chiesetta di Viale Lucania” si è rivelata un luogo incredibilmente evocativo.
Tutti i segni della sua vita travagliata sui muri, nei bassorilievi, nel pavimento…

Chiesa di San Vittore e 40 Martiri, Milano

Un’ atmosfera surreale, di una antichità senza tempo; un’ottima acustica per le nostre arpe e per la voce del canto;
e il soffitto affrescato, reso – se possibile- ancora più prezioso dalle luci (opere d’arte nell’arte!) collocate da Marco Caccialupi  .
La serata è volata in un soffio, con un pubblico che ha apprezzato il repertorio di danze e ballate e nello stesso tempo ha potuto ammirare un pezzo di Milano nascosta, sconosciuta persino ai residenti della zona Corvetto!

Ensemble di arpe celtiche e voci a Milano Chiesa di San Vittore e 40 Martiri

Il concerto, organizzato dalla Associazione culturale Felix Company, ancora attiva e vitale pur con le restrizioni necessarie in questo periodo, è il nostro 30° concerto con Felix.
Abbiamo dunque dedicato questa serata ai lavoratori dello spettacolo, che – come Felix – si impegnano a mantenere viva la proposta culturale di città come Milano.
A tutti voi che ci seguite un caro abbraccio e … a presto!
 

« Newer Posts - Older Posts »

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: